La batteria del carrello elevatore è una componente importante del muletto da tenere attentamente sotto controllo in quanto è possibile sfruttare al massimo la loro vita utile, tutelando l’investimento fatto. Per questo motivo è necessario che il carrellista, o la persona delegata, effettui con regolarità i controlli alla batteria del carrello elevatore attenendosi  ad alcune specifiche norme comportamentali:

1. Utilizzare il carrello elevatore fino a raggiungere un residuo di carica della batteria non inferiore al 30%. Questo dato si legge sul display del vostro carrello elevatore;

2. Ricaricare la batteria completamente: durata fino a 12 ore a seconda del tipo di carica batterie che utilizzate. Si sconsigliano ricariche brevi come per esempio durante la pausa pranzo che tendono a solfatare la batteria del muletto ed a ridurne la durata.

Al termine della ricarica controllare il livello dell’elettrolicità degli elementi ed in caso di bisogno aggiungere dell’acqua alla batteria. Consigliamo di fare questo controllo ad ogni ricarica della batteria del carrello elevatore e di rabboccare la batteria con acqua demineralizzata.

 

E’ molto importante anche controllare visivamente lo stato di conservazione della batteria del muletto con particolare attenzione ai cavi e alla presa della stessa nonché del carica batterie. Infatti questi componenti sono soggetti ad usura con perdita di conducibilità elettrica e di isolamento da cui ne derivano surriscaldamento, mancata efficienza ed il pericoloso cortocircuito! Per questo motivo è necessario rivolgersi periodicamente all’assistenza per un controllo tecnico, che comprende controlli strutturali e funzionali della batteria del carrello elevatore e relativi accessori. Noi di Officina Pavan promuoviamo queste verifiche e le eventuali sostituzioni delle prese e dei cavi applicando delle tariffe agevolate per i prossimi tre mesi: Settembre, Ottobre e Novembre. Puoi contattarci inviando la foto delle prese e riceverai tempestivamente il preventivo.

 

Officina Pavan effettua anche la rigenerazione della batteria del carrello elevatore seguendo tre importanti fasi:

  1. Analisi dello stato delle batterie usate: consiste in una verifica delle condizioni fisiche e chimiche in cui si trova la batteria del muletto valutando se lo stato del dispositivo è rigenerabile. Il recupero della batteria usata può essere garantito solo in assenza di danni strutturali e di meccanismi da cortocircuito. 
  2. Trattamenti elettrici rigenerativi: superato l’esame iniziale, la batteria del carrello elevatore usata viene portata a nuova vita tramite correnti pulsanti alternate rompendo i legami molecolari tra piombo e ione solfato acido e sciogliendo nuovamente il sale isolante. (Recupero batteria usata). 
  3. Test capacitivi dell’accumulatore: questa fase ripristina la differenza di potenziale tra gli elementi e al termine della ricarica la batteria è rigenerata e pronta a nuovo uso.