Spunti utili per una scelta consapevole del commissionatore.

Spunti utili per una scelta consapevole del commissionatore.

Se avete l’esigenza di fare alcune operazioni interne al vostro stabilimento, tra le quali la presa manuale delle merci poste sulle scaffalature e soppalchi - comunemente detto picking - e siete indecisi sulla scelta fra un carrello commissionatore ed una una piattaforma, eccovi alcuni spunti utili! 

L’utilizzo di una piattaforma  prevede l’obbligo di seguire alcune normative specifiche: un corso di formazione specifico per l’abilitazione al suo utilizzo e la verifica annuale da parte degli Enti certificati; si dovrà quindi prevedere un budget per la formazione dei dipendenti che la utilizzeranno ed un costo annuo per le dovute verifiche. Queste spese si possono evitare con l’impiego alternativo di un carrello commissionatore che non è soggetto alle stringenti normative riguardanti le piattaforme ed è adattabile alle diverse situazioni, permettendovi così di risparmiare. Unico limite è la scelta del commissionatore che abbia l’altezza di sollevamento adatta alle vostre esigenze. Alcuni carrelli commissionatori infatti sollevano fino a 5 metri di altezza, mentre altri possono arrivare fino a 12 metri.

 

Carrello commissionatore WAVe di Crown, quali vantaggi?                                                                      

Il commissionatore che si distingue per la sua rivoluzionaria tecnologia e produttività in movimento è il carrello WAVe di Crown. I vantaggi di questo veicolo rispetto alle piattaforme, oltre al risparmio dei costi sopra menzionati, sono la sua velocità di movimento fino a 8 km/h e la facilità di manovra in corsie strette che lo rendono la scelta più adatta in diverse situazioni; ad esempio, viste le sue ridotte dimensioni, è ideale per operare in spazi anche affollati, come all’interno di centri commerciali.

Inoltre, il design industriale all’avanguardia di questo carrello commissionatore influisce sulla produttività e sulla sicurezza degli operatori.