CASE HISTORY -  Sicurezza sul lavoro con intelligenza artificiale integrata

CASE HISTORY - Sicurezza sul lavoro con intelligenza artificiale integrata

Abbiamo fornito a noleggio un carrello elevatore Doosan B20-T equipaggiato con il dispositivo di rilevamento delle persone denominato “Kiwi-Eye”.

Questo sistema basato sull’intelligenza artificiale visualizza le persone nelle vicinanze - pedoni ed utilizzatori alla guida di altri carrelli elevatori – ed in automatico rallenta ed arresta il carrello elevatore al fine di evitare collisioni.

Il sistema di questo carrello è composto da:

- Una telecamera, installata al centro della traversa posteriore della struttura protezione conducente

- Un’unità di elaborazione centrale

- Uno schermo LCD

 

La telecamera inquadrando con un angolo di apertura di circa 90 gradi, l’area retrostante il carrello, è in grado di individuare le persone ad una distanza di 10-15 metri.

Sullo schermo, posizionato sul montante della cabina, il carrellista vede gli ostacoli retrostanti, la cui sagoma viene colorata in base alla distanza rispetto al carrello:

-  VERDE per distanza superiore alla soglia di avvertimento

-  GIALLA per distanza inferiore alla soglia di avvertimento, ma superiore alla soglia di pericolo

-  ROSSA per distanza inferiore alla soglia di pericolo

 

Le distanze sopra citate sono regolabili in base alle proprie preferenze.

Il comportamento del carrello, procedendo in retromarcia, varia in base al colore della sagoma ed è il seguente:

- Se il sistema non rileva persone, nulla viene visualizzato sullo schermo e il carrello può procedere alla massima velocità impostata;

- Se il sistema rileva una persona in zona verde, la sagoma viene visualizzata sul display ma il carrello può comunque procedere alla massima velocità;

- Se il sistema rileva una persona in zona gialla la velocità del carrello viene ridotta automaticamente a metà di quella impostata;

- Se il sistema rileva una persona in zona rossa viene disattivata la trazione e programmata una frenata fino all’arresto del carrello. Fintanto ché quindi la persona non esce dalla zona di pericolo, non è possibile spostarsi in retromarcia ed è possibile spostarsi solo in marcia avanti. Quando la persona si allontana, lo spostamento in retromarcia viene nuovamente permesso (a velocità ridotta se la persona è in zona gialla o a velocità piena se è in zona verde o non viene rilevata).

 

Sapevi che le soluzioni di sicurezza con intelligenza artificiale consentono di accedere ai benefici fiscali per l’Industria 4.0? Ne abbiamo parlato in modo approfondito in questo articolo.

Se anche tu hai intenzione di integrare i tuoi carrelli con i più moderni sistemi di sicurezza, o se necessiti di maggiori informazioni a riguardo, saremo felici di aiutarti, contattaci!